Per diventare Registrar occorre sottoscrivere un contratto  e i relativi addendum (deve essere sottoscritto obbligatoriamente l’addendum contratto 2016-2018 mentre è facoltativa la sottoscrizione dell’ addendum per l’ SLD edu.it) con il Registro .it e sostenere il test di accreditamento freccia: superata la prova - finalizzata ad accertare la competenza tecnica nel portare a buon fine le operazioni previste dal Regolamento e dalle Linee Guida tecniche sincrone - l'operatore potrà registrare e mantenere domini .it e edu.it.

I passi da seguire per stipulare un contratto Registrar sono:

  1. compilare il contratto utilizzando il form online freccia
  2. compilare l'addendum al contratto 2016-2019 utilizzando il form online freccia
  3. compilare l'addendum relativo all'SLD .edu.it utilizzando il form online (facoltativo)
  4. sottoscrivere il contratto e il/gli addendum a firma del rappresentante legale, datarli ed inviarli entrambi al Registro in duplice copia (su carta semplice o carta intestata) con le seguenti modalità:
  • a mezzo posta convenzionale all'indirizzo:

Registro .it - Ufficio Amministrazione e Contratti
Istituto di Informatica e Telematica - CNR
Via Giuseppe Moruzzi, 1
56124 PISA

  • tramite posta elettronica certificata, sottoscritto con firma digitale (una firma ogni volta che questa è richiesta) all'indirizzo: registro@pec.nic.it 

I costi del contratto

  • Versamento di una quota iniziale “una tantum” di 2.200 euro + IVA
  • Processo di accreditamento (versamento di 300 euro + IVA)
  • Versamento della quota iniziale di “prepagato” necessaria per iniziare a operare pari a 4.000 euro + IVA (1000 operazioni). Per quest’ultimo versamento, il Registro emette fattura in acconto.

Tariffe di registrazione

ll Registro addebita al Registrar 4 euro + IVA per ciascuna delle seguenti operazioni sui domini .it e sui domini edu.it:

  • registrazione
  • modifica del Registrar
  • recupero dallo stato di pendingDelete/Redemption Period

Il rinnovo annuale viene fatturato al costo di 3,30 euro (più IVA).

Dal 20 settembre 2018 al 19 settembre 2019 il Registro .it NON addebiterà al Registrar il costo di registrazione dei nomi a dominio edu.it.

Accreditamento

L’aspirante Registrar per accreditarsi e poter dunque registrare e mantenere domini .it deve superare un test di accreditamento freccia. Esso consiste nel compiere specifiche operazioni, tramite una propria applicazione client, sul server EPP del Registro e dimostrare così di avere le necessarie competenze tecniche per operare in modalità sincrona.

Per agevolare il superamento del test, il Registro mette a disposizione una piattaforma di simulazione sulla quale è possibile provare tutte le operazioni sui nomi a dominio.

Il Registrar può inoltre usufruire del supporto di helpdesk tecnico e degli specifici corsi di formazione organizzati dal Registro.

Ti può interessare anche
Chi può stipulare un contratto Registrar?
Un contratto con il Registro può essere stipulato solo da soggetti in possesso di partita Iva che vogliono esercitare l'attività di Registrar conto terzi, ed in subordine per sé.
Una persona fisica in possesso del solo codice fiscale non può sottoscrivere un contratto con il Registro. Il contratto può invece essere sottoscritto da un Ente Pubblico.
È possibile inviare un contratto in un’altra lingua?
No. Tutta la modulistica deve essere inviata in lingua italiana: le traduzioni in inglese sono disponibili sul sito del Registro soltanto per una migliore comprensione del testo.
Quali sono le coordinate bancarie per effettuare un bonifico per il contratto Registrar?
I pagamenti delle fatture devono essere effettuati a favore del Cnr sul:
conto corrente bancario n. 218150,
intestato a Cnr "Incassi giornalieri da altre dipendenze"
presso la Banca Nazionale del Lavoro, Filiale di Roma, sportello n. 6392
Abi 01005 - Cab 03392 - Cin S - codice Iban: IT75N0100503392000000218150 - Bic/Swift BNLIITRR
Nota bene: Deve essere sempre specificata la causale del versamento