Per diventare Registrar occorre sottoscrivere un contratto con il Registro .it e sostenere il test di accreditamento: superata la prova - finalizzata ad accertare la competenza tecnica nel portare a buon fine le operazioni previste dal Regolamento e dalle Linee Guida tecniche - il Registrar potrà registrare e mantenere domini .it, domini edu.it e domini gov.it.

Il contratto Registrar 2022-2025 si configura come un contratto per adesione ai sensi dell’art. 1341 cod.civ. concluso tramite scambio per corrispondenza, quindi con distinti atti di proposta e accettazione.

E'  qui disponibile la proposta a contrarre, che avendo la forma di offerta al pubblico ai sensi dell’art. 1336 cod.civ., assume rilevanza formale e sostanziale perché firmata digitalmente in ogni sua parte dal Direttore dell’IIT – Registro .it e resa univoca dal protocollo n. 0002077 del 4 aprile 2022. 

Siete, così invitati a scaricarla, prenderne visione e nel caso in cui sia Vostra intenzione perfezionare il contratto, vi chiediamo di provvedere a inviare l’accettazione della proposta, che si configura come una duplice, autonoma e sostanziale identica riproduzione documentale della proposta. I relativi e diversi diritti e obblighi delle parti scaturiscono dall’incontro delle volontà, ossia all’avvenuto compimento dello scambio dei due atti unilaterali.

I passi da seguire per la conclusione di un contratto Registrar sono:

  1. scaricare, visionare e conservare la proposta contrattuale firmata digitalmente dal Direttore del Registro .it;
  2. accedere al form online per la compilazione guidata dell'accettazione della proposta;
  3. i Registrar già accreditati ed operanti dovranno loggarsi con le proprie credenziali mentre i nuovi dovranno entrare come “nuovi Registrar”;
  4. compilare e verificare la correttezza dei dati nell'accettazione della proposta generata;
  5. scaricare il file pdf contenente l’accettazione della proposta senza alterarne il contenuto;
  6. sottoscrivere la proposta digitalmente, a cura del legale rappresentante dell'Organizzazione Registrar, con firme digitali figurative PADES (Registrar italiani e stranieri in possesso di firma digitale qualificata) oppure sottoscriverla con firme olografe (Registrar stranieri o italiani non dotati di firma digitale qualificata);
  7. firme per la sottoscrizione: le firme obbligatorie per la sottoscrizione del contratto Registrar 2022-2025 sono 3 e riguardano la sottoscrizione dell'accettazione della proposta contrattuale e la sottoscrizione dell'Allegato B.  Per l'Allegato A invece è facoltà del Registrar decidere se sottoscriverlo, la mancata firma non pregiudica la sottoscrizione del contratto.
  • Le firme obbligatorie sono 3:
    • 2 firme obbligatorie dopo l'art. 44: 1 firma per accettazione della proposta contrattuale e 1 firma per la sottoscrizione delle clusole vessatorie;
    • 1 firma per la sottoscrizione dell'Allegato B - Norme di buona condotta.
  • Le firme facoltative sono 2 e riguardano l'Allegato A:
    • sono collocate dopo il paragrafo 11 dell'allegato A. 1 firma per la sottoscrizione dell'allegato e 1 firma per la sottoscrizione delle clausole vessatorie.

L’accettazione della proposta firmata digitalmente dovrà essere inviata tramite PEC (Registrar italiani) all'indirizzo registro@pec.nic.it oppure via email normale all'indirizzo hostmaster@nic.it. Si fa presente che sia nell’invio con Pec sia con email normale l’accettazione non può contenere firme scannerizzate. L’accettazione della proposta sottoscritta con firma olografa e timbrata, deve essere inviata a mezzo posta convenzionale all'indirizzo:

Registro .it 
Istituto di Informatica e Telematica - CNR
Via Giuseppe Moruzzi, 1
56124 PISA

Inoltre, è necessario compilare, come atto formale e sostanziale previsto dall’art. 13, rubricato Obblighi del Registrar della Proposta a contrarre, il Registro del trattamento dati del Registrar accedendo al portale RAIN, alla voce di menù Dati Registrar, Registro trattamento dati.

I costi del contratto

  • Versamento di una quota iniziale “una tantum” di 2.200 euro + IVA
  • Processo di accreditamento (versamento di 300 euro + IVA)
  • Versamento della quota iniziale di “prepagato” necessaria per iniziare a operare pari a 4.000 euro + IVA (1000 operazioni). Per quest’ultimo versamento, il Registro emette fattura in acconto.

Tariffe di registrazione

ll Registro addebita al Registrar 4 euro + IVA per ciascuna delle seguenti operazioni sui domini .it e sui domini edu.it:

  • registrazione
  • modifica del Registrar
  • recupero dallo stato di pendingDelete/Redemption Period

Il rinnovo annuale viene fatturato al costo di 3,30 euro (più IVA).

La tariffa per la registrazione dei nomi a dominio nel SLD gov.it sarà gratuita per un anno dalla data di inizio del servizio, che sarà comunicato ai Registrar attraverso il canale email e reso pubblico sul sito del Registro .it. A partire dal secondo anno, seguirà la tariffazione unitaria prevista per la registrazione dei nomi a dominio nel ccTLD.it e nel SLD edu.it.

Accreditamento

L’aspirante Registrar per accreditarsi e poter dunque registrare e mantenere domini .it deve superare un test di accreditamento freccia. Esso consiste nel compiere specifiche operazioni, tramite una propria applicazione client, sul server EPP del Registro e dimostrare così di avere le necessarie competenze tecniche per operare in modalità sincrona.

Per agevolare il superamento del test, il Registro mette a disposizione una piattaforma di simulazione sulla quale è possibile provare tutte le operazioni sui nomi a dominio.

Il Registrar può inoltre usufruire del supporto di helpdesk tecnico e degli specifici corsi di formazione organizzati dal Registro.

Ti può interessare anche
Chi può stipulare un contratto Registrar?
Un contratto con il Registro può essere stipulato solo da soggetti in possesso di partita Iva che vogliono esercitare l'attività di Registrar conto terzi, ed in subordine per sé.
Una persona fisica in possesso del solo codice fiscale non può sottoscrivere un contratto con il Registro. Il contratto può invece essere sottoscritto da un Ente Pubblico.
È possibile inviare un contratto in un’altra lingua?
No. Tutta la modulistica deve essere inviata in lingua italiana: le traduzioni in inglese sono disponibili sul sito del Registro soltanto per una migliore comprensione del testo.
Quali sono le coordinate bancarie per effettuare un bonifico per il contratto Registrar?
I pagamenti delle fatture devono essere effettuati a favore del Cnr sul:
conto corrente bancario n. 218150,
intestato a Cnr "Incassi giornalieri da altre dipendenze"
presso la Banca Nazionale del Lavoro, Filiale di Roma, sportello n. 6392
Abi 01005 - Cab 03392 - Cin S - codice Iban: IT75N0100503392000000218150 - Bic/Swift BNLIITRR
Nota bene: Deve essere sempre specificata la causale del versamento